Home / Eventi / ILLASI: I 90 ANNI DEL GRUPPO ALPINI

ILLASI: I 90 ANNI DEL GRUPPO ALPINI

Il prossimo 29 aprile il Gruppo Alpini di Illasi festeggerà il suo novantesimo compleanno!

Un anniversario molto sentito, un appuntamento importantissimo con la storia di una tra le principali realtà associazionistiche del Paese. Un traguardo che obbliga moralmente il Gruppo stesso a guardare al futuro. Quanto meno ai prossimi dieci anni – perchè “il tempo vola”, come recita uno dei più citati luoghi comuni – ed arrivare così a brindare al primo secolo di vita.

Gli Alpini di Illasi, che dopo la recente scomparsa dello storico Capogruppo, Silvio Bonamini, sono guidati da Roberto Viviani, il quale dimostra lo stesso entusiasmo e “voglia di fare” del suo predecessore, hanno deciso di celebrare nel migliore dei modi questa storica ricorrenza. Hanno, infatti, programmato tre giorni densi di appuntamenti e momenti d’ incontro, di festa ma anche di riflessione ed invitano tutta la cittadinanza ad unirsi a loro in un fine settimana che lascerà il segno nella memoria di tutti coloro che vorranno parteciparvi.

Il primo di questi momenti è stato, per la verità, anticipato domenica 18 febbraio, con la proiezione, presso la sala del Giardino Musicale “Dino Formaggio”, del film “ Il tempo di una stagione – 1917 – storia di un alpino, storia di un paese”.

Il film, ideato e realizzato da Emanuele Zanfretta e Simone Cunego, è “dedicato a tutte le persone attraversate dalla Grande Guerra” e descrive “i legami viscerali tra un alpino, partito volontario per il fronte, e la sua famiglia.

Lo spirito patriottico che anima il giovane Federico Gaetano Battisti viene narrato attraverso le sue lettere originali che svelano e muovono, nei personaggi, le più differenti emozioni ed angosce legate al difficile contesto storico e culturale”.

Ho scelto di citare, parola per parola, gli autori perchè non sarei stato in grado di trovare termini migliori per descrivere la loro opera. Il fine settimana di celebrazioni dedicate al novantesimo anniversario del Gruppo Alpini di Illasi inizierà ufficialmente venerdì 27 aprile con la proiezione, sempre presso il Giardino Musicale, alle ore 20.30, del film “Lo sbarco in Normandia, noi italiani c’ eravamo”, diretto da Mauro Vittorio Quattrina.

Il programma proseguirà sabato 28 aprile: dalle ore 9.00 potremo assistere ad un’esercitazione di evacuazione delle scuole da parte della Protezione Civile ANA Val d’Illasi, seguita, nel pomeriggio, dalla dimostrazione dei propri mezzi di soccorso che si svolgerà in Piazza della Libertà.

Dalle 20.30, presso il Palatenda, in Piazza Polonia, potremo assistere al concerto del coro “Chorus”, fondato dal Maestro Carlo Bennati, nostro compaesano, e da lui stesso diretto con il consueto entusiasmo. Chi avesse avuto modo di assistere, in passato, ad un’ esibizione di “Chorus”, sa che si tratta di una serata imperdibile!

Domenica 29 aprile sarà la giornata nella quale i festeggiamenti per il novantesimo compleanno dei nostri Alpini raggiungeranno il culmine: alle ore 9.00 le penne nere si “ammasseranno” presso la Cantina di Soave, in via Restel Rosso, ad Illasi, e dalle 9.45 sfileranno per le vie del Paese.

Al fine di creare un clima di partecipazione e condivisione invitano tutti gli illasiani, in modo particolare quelli che risiedono lungo il percorso della sfilata, ad esporre il tricolore alle finestre ed ai balconi delle loro abitazioni. Accompagnate dalla Banda Sezionale di Caldiero e dalla Banda di Illasi giungeranno al monumento ai caduti, dove osserveranno un momento di raccoglimento in loro onore, preceduto dalla cerimonia dell’alzabandiera e seguito dalla deposizione di una corona d’ alloro.

Alle ore 11.00, nella Piazza della Libertà, il nostro parroco, Monsignor Luigi Magrinelli ed il cappellano sezionale, don Rino Massella, celebreranno la Messa solenne, che sarà accompagnata ed impreziosita dalle voci del coro “Piccole Dolomiti”, diretto, con passione e grinta, dal Maestro Zeno Castagnini, anch’ egli nostro compaesano.

Al termine della funzione religiosa potremo assistere all’ ultima, importantissima celebrazione: la Baita Alpina verrà, infatti, intitolata al Capitano Pietro Carlotti ed a Silvio Bonamini, figure storiche per il Gruppo, che in passato hanno costruito il presente e che dovranno essere prese ad esempio per il futuro. Per questo, ogni volta che entreremo in Baita, avremo i loro nomi davanti agli occhi.

Tutti i gruppi partecipanti saranno omaggiati con un gagliardetto ed un libretto che riassume la storia del Gruppo, mentre, a tutti i tesserati, alpini e non, verrà consegnato un portachiavi, realizzato per l’ occasione, recante le effigi del Capitano Pietro Carlotti, fondatore del Gruppo, e della Marchesa Nina, prima madrina e donatrice della Baita, dei quali ricorrono, rispettivamente, il sessantesimo ed il trentesimo anniversario della scomparsa. Infine, dalle 12.30, su prenotazione, presso il Palatenda, in Piazza Polonia, verrà distribuito il “rancio alpino”, che concluderà, in clima di festa, le celebrazioni per i novant’ anni dei nostri Alpini.

Certo che stiano già raccogliendo idee e spunti per festeggiare, nel 2028, i loro primi cento anni, auguro agli Alpini Buon Compleano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *