Home / Mondo / CHI È CHIARA LUBICH

CHI È CHIARA LUBICH

 

Chiara Lubich

Chiara Lubich (Silvia all’anagrafe), nasce a Trento nel 1920.

Prenderà il nome di Chiara quando diventerà terziaria francescana.

Viene da una famiglia che si sente italiana (il padre era tipografo presso il quotidiano dei socialisti trentini “Il Popolo”, diretto da Cesare Battisti e sarà perseguitato dal regime fascista).

Educata cristianamente e sviluppando una sensibilità notevole in ambito sociale, diviene membro dell’Azione Cattolica diocesana, giungendo a ruoli di prima rappresentanza.

Si diploma presso le scuole magistrali e si dedica subito all’insegnamento nei paesi della provincia trentina.

Inizia anche gli studi universitari, presto interrotti a causa della guerra e delle relative complicazioni.

Entra nel Terz’Ordine francescano prendendo il nome di Chiara.

Vive le vicende della guerra molto intensamente, soffrendo per l’arresto del fratello partigiano.

Il mondo le appare in tutta la sua cruda miseria e violenza.

Lei trova risposta nell’Amore universale in prospettiva cristiana.

Sceglie Dio-Amore come unica fonte di ispirazione per la sua vita.

Prende il voto di castità e vive la sua vocazione all’amore nel pieno della distruzione bellica, nei rifugi antiaerei, coltivando e sviluppando la propria vocazione fra le mille difficoltà e gli estremi disagi del periodo bellico.

Il suo Movimento inizia in questo modo, tra la disperazione dei trentini colpiti dai bombardamenti.

Nasce il primo “focolare”, termine che indica il “fuoco” dell’amore evangelico, capace di trasformare la vita. Come tutti coloro che abbracciano in modo radicale il messaggio evangelico, dovrà superare le diffidenze e persino le accuse di fanatismo.

Confortata da illuminati prelati, Chiara prosegue nonostante tutto, fino a giungere all’approvazione pontificia del proprio operato.

Dopo inevitabili crisi e riflessioni, che la portano a maturare la conferma a quanto compiuto, il movimento prende piede, si sviluppa e nel trentino hanno luogo le prime grandi riunioni di quanti credono nel progetto di Chiara, tra i quali spiccano personaggi della levatura di Alcide De Gasperi.

Il messaggio di Chiara travalica i confini nazionali e gli incontri registrano sempre più la presenza di persone di altri paesi, europei e non. Il “semplice strumento nelle mani di Dio”, come lei si definiva, sotto lo stretto controllo del Vaticano, vive le vicende della sua epoca, nella continua esortazione al richiamo di Dio-Amore, all’insegna del messaggio evangelico “che tutti siano uno”.

La gioventù mondiale risponde: nasce il GEN (Generazione Nuova).

Le vicende legate alla trasformazione sociale che accompagnano il “sessantotto” vengono vissute ed elaborate con genuino spirito evangelico, così pure quanto accadrà nei tempi successivi.

Il movimento del Focolari oggi è diffuso in oltre 180 paesi. Si ispira a Dio-Amore, ed è una struttura organizzativa che ha il suo cuore a Loppiano, in Toscana, una vera e propria cittadella dell’Amore, che si sostiene con varie attività.

I Focolari, sparsi ovunque, diffondono nella realtà dove vivono, il messaggio di Chiara, che poi è quello del Vangelo.

Oggi il movimento dei Focolarini è presente ovunque nel mondo, a testimoniare, tra la gente comune, l’Amore del messaggio evangelico.

L’autore dell’articolo, Giannino Fasoli, illasiano, ne è protagonista e testimone.

 

di Giannino Fasoli

Scopri questi articoli

IL MONDO DELLA SOFFERENZA CHIEDE ASCOLTO E CONDIVISIONE

Ne parliamo con luciano Ferrari, prete illasiano. Ordinato prete nel 1979, ha svolto gran parte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *